06 – LUCIFERO, ARIMANE E L’OTTAVA SFERA

06 – Lucifero, Arimane e l’ottava sfera

L’incontro con il male


 

La seconda possibilità dell’evoluzione, quella negativa, consiste in quanto segue: Se l’uomo perde la possibilità di spiritualizzare il suo pensare, di porlo dalla sua libertà individuale al servizio di Michele, allora prima o poi le forze di opposizione supereranno i limiti posti ad esse e penetreranno nella sfera centrale, nella «sfera del cuore», e con il tempo la soggiogheranno completamente.

 

D:\A - Documenti\A - Antroposofia\A - Prokofief\media\image1.png

 

Allora Lucifero e Arimane si saranno impossessati dell’unico spazio libero nell’uomo e avranno raggiunto in lui un comune agire, come mostrato nel motivo laterale (a sinistra) del gruppo scultoreo. Là è rappresentato Lucifero che agisce dall’alto e Arimane che agisce dal basso, che si incontrano nella sfera centrale dell’essere umano da loro conquistata, tendendosi le mani.

 

• Da numerose comunicazioni della scienza dello spirito è noto che in generale

Lucifero e Arimane lottano incessantemente l’uno contro l’altro.

Nel cosmo esiste tuttavia un ambito in cui agiscono insieme.

È la cosidetta «OTTAVA SFERA» o sfera del male cosmico.

 

Rudolf Steiner descrisse l’essere e il carattere di questa sfera in una conferenza del 18 ottobre 1915 (O.O. 254). Qui egli rappresentò come Lucifero e Arimane formano insieme tale sfera. Per ciò, in modo ingiusto Lucifero porta nell’evoluzione della Terra le immaginazioni dell’antico eone lunare da lui conservate, e Arimane le riempie con sostanza terrena materiale ottenendo così un carattere spettrale.

Così L’OTTAVA SFERA esiste «nell’universo» come «una cosa totalmente sbagliata» e forma un «mondo di spettri» (ibidem) accanto al mondo terreno, un mondo riempito di «immaginazioni densificate», vale a dire di immaginazioni riempite di materia.

 

• Di conseguenza, a un uomo che si trova sotto l’influenza dell’ottava sfera

il mondo spirituale appare come una sorta di raffinato doppio del fisico.

• E uomini che nei tempi recenti parlano di materia spirituale, di atomi soprasensibili, di elettricità spirituale e altro,

si trovano sotto la sua influenza.

 

Da questa sorgente oggi si diffonde un «materialismo occulto» che per quanto riguarda le sue conseguenze è molto più pericoloso del comune materialismo: ► «Là il materialismo viene portato nell’ambito occulto, là l’occultismo diventa materialismo.»45

 

• Così, Lucifero dall’ottava sfera cerca di attirare gli uomini

mediante diverse forme di «chiaroveggenza visionaria», oggi diffuse in tutto il mondo.

 

Nella citata conferenza Rudolf Steiner dice che ogni volta «che si ammirava ciò che veniva portato da chiaroveggenti visionari, … questa era l’espressione dell’amore perverso per l’ottava sfera.» Ed è questo «amore perverso» per essa che Lucifero vuole provocare nell’uomo per raggiungere le sue mete.

 

Ma per quanto riguarda Arimane, questo vorrebbe conferire alla chiaroveggenza visionaria un carattere tale che l’uomo che decade all’influenza di essa non possa più conservare la sua libera volontà: ► «Ciò avviene poi, quando il libero elemento della volontà, per esempio, viene trasformato in chiaroveggenza visionaria. Allora l’uomo si trova già nell’ottava sfera.»

E poi Arimane, dalla libera volontà da lui conquistata, crea gli spettri con i quali popola l’ottava sfera: ► «Da ciò potete rilevare come mediante il legame della libera volontà vengono, per così dire, creati gli spettri dell’ottava sfera.»

 

Infine Rudolf Steiner riassume tutto ciò che ha detto delle intenzioni delle forze di opposizione nella citata direzione nel seguente modo: ► «Secondo tale intenzione di Lucifero e Arimane è imminente nientemeno che lasciar sparire tutta l’evoluzione dell’umanità nell’ottava sfera, così che essa prenderebbe un altro corso» (ibidem).

 

Ma un tale assorbimento dell’uomo nell’ottava sfera sarebbe possibile soltanto se Lucifero e Arimane riuscissero a conquistare lo «spazio libero [centrale]», la sfera del cuore, della quale abbiamo parlato sopra, e con ciò staccare l’uomo dal suo collegamento con l’io superiore.

La conseguenza sarebbe poi la caduta dell’uomo dalle gerarchie superiori, e ciò finirebbe con un’assoluta sottomissione al potere delle forze di opposizione, tuttavia non solo di quelle luciferiche e arimaniche, ma nell’ulteriore corso anche delle potenze asuriche molto più pericolose e infine con la sottomissione al demone solare stesso.

• Infatti l’uomo, se oggi non trova un cosciente collegamento con il Cristo eterico quale principale sorgente d’aiuto nella lotta contro gli Spiriti del male, con le proprie forze non sarà in grado di resistere agli altri due oppositori più potenti, che lo attaccheranno sempre di più.

 

• Prima tuttavia che l’uomo sia esposto in piena misura a queste ultime potenze oppositrici, egli sperimenterà anzitutto nel suo proprio essere un intensificato agire delle forze luciferiche e arimaniche. Se egli ha permesso che queste conquistassero lo spazio interiore nelle direzioni davanti-dietro e alto-basso (abbiamo visto che queste direzioni sono collegate con il sentire e il volere), allora sperimenta quanto segue:

Gli Spiriti luciferici che agiscono dal davanti e dall’alto iniziano ad influire con più intensità nel suo corpo astrale e ad apparire ad esso durante il sonno o in condizioni visionarie-medianiche come seduttori. In magnifiche apparizioni essi cercheranno di indurre l’uomo a seguire le loro intenzioni e mete. Si presenteranno davanti a lui come grandi seduttori. Invece del Cristo eterico egli contemplerà soltanto Angeli luciferici nel mondo spirituale, che tuttavia gli appariranno come figure di straordinaria bellezza e grandezza. Con ciò si mostreranno qualità caratteristiche di entrambe le direzioni. La direzione «dal davanti» fa sì che questi Angeli si mostrino all’uomo in una sorta di sogni chiaroveggenti in condizioni di veglia, e la direzione «dall’alto» dà loro la possibilità di apparirgli in figura di esseri dall’inscrivibile bellezza, che egli considererà inviati dal Cielo e li seguirà, colmo di ammirazione, con infinito fanatismo. Allora, un tale uomo è al massimo ricolmo del suddetto «amore perverso per l’ottava sfera».

 

Gli Spiriti arimanici, invece, quando avranno conquistato lo spazio interiore dell’uomo, intensificheranno la loro influenza sul suo corpo eterico, servendosi prevalentemente delle altre due direzioni «da dietro» e «dal basso». La prima direzione rende possibile che la loro influenza rimanga inconscia, e la seconda, di agire direttamente sulla volontà dell’uomo e di renderlo ossessionato da essi. Ne consegue, che un tale uomo passo per passo perderà la sua libertà individuale, poiché tutti i frutti della sua libera volontà verranno assorbiti sempre di più dall’ottava sfera e lui stesso si trasformerà in un animale pensante.

 

Qui abbiamo due tipi di uomini demonizzati:

• gli uni sono sedotti da Spiriti luciferici,

che ritengono siano il Cristo, Angeli e altre entità del bene del mondo spirituale e per cui li seguono senza obiezioni;

• e gli altri sono ossessionati da Spiriti arimanici che agiscono nella loro volontà

e con ciò guidano il loro operare, senza riuscire a rendere conto dei veri motivi di esso.

 

In fondo per ogni osservatore non ci sono dubbi che al giorno d’oggi siamo già circondati da entrambe le categorie di uomini demonizzati, i quali rappresentano la desiderata preda per gli Spiriti asurici e il demone solare.

In una conferenza del 22 ottobre 1920 (o.o. 200) Rudolf Steiner illustrò l’apparizione di queste due categorie di uomini e stabilì anche una connessione con fattori geografici-spirituali. Così, uomini che nel loro subconscio (volontà) sono ossessionati da demoni arimanici, ma non ne sanno nulla, in generale appariranno in Occidente. Uomini invece che vengono sedotti da Angeli luciferici di indescrivibile bellezza, che appaiono loro in visioni, possono essere trovati maggiormente nell’Europa dell’Est e verso l’Asia.

 

Nell’ambito della politica e dell’economia dell’occidente, in connessione con la globalizzazione è possibile osservare l’agire di uomini del primo tipo, che nel loro subconscio sono ossessionati da demoni arimanici. In Oriente invece troviamo uomini del secondo tipo.46 A questo doppio agire delle forze di opposizione risale anche l’attuale conflitto tra l’Occidente e l’Oriente, che minaccia di crescere verso la terza guerra mondiale.

 

L’ossessione degli Spiriti arimanici

in Occidente provoca l’irrefrenabile tendenza al dominio del mondo

• e in Oriente la tendenza a diffondere, per una illimitata esigenza di missione, le superate concezioni del mondo religiose e spirituali di tempi antichi che già da molto tempo non corrispondono né alle mete, né ai compiti dell’attuale epoca.

 

Perciò in misura crescente l’Occidente viene inondato dalle dottrine dei più diversi guru e maestri occulti orientali sedotti da Angeli luciferici, che cercano di annunciare nuove «rivelazioni» derivanti presumibilmente da esseri superiori, che dovrebbero salvare l’umanità da imminenti catastrofi.

Per una tale influenza di Spiriti luciferici troviamo esempi in particolare nei diversi movimenti «New Age» come pure in molte pratiche medianiche di relazione con il mondo spirituale, diffuse oggi nel mondo.47

 

 


 

Note:

45 – Vedi precisazioni in: S. O. Prokofieff, «Der Osten im Lichte des Western» («L’Oriente alla luce dell’Occidente»), vol. 2, Die Lehre von Alice Baiiey, aus der Sicht der christlichen Esoterik (La dottrina di Alice Bailey dal punto di vista dell’esoterismo cristiano), Dornach 1997.

46 – In questo caso la distribuzione geografica degli influssi luciferici e arimanici sugli uomini è naturalmente relativa. Infatti, oggi la globalizzazione comprende tutto il mondo, anche l’Oriente asiatico, e molte correnti occulte orientali si diffondono persino con più intensità in Occidente che non nei loro Paesi d’origine.

47 – Alle pratiche occulte come «channeling» e «contattare» partecipano maggiormente gli Spiriti luciferici, gli Spiriti arimanici invece generalmente nel «fare gli zombi» e nelle «pratiche di regressione». Tale divisione attualmente ha una validità limitata, poiché nella misura in cui le forze oppositrici conquistano lo spazio interiore, esse agiscono sempre più spesso insieme, così come illustrato sopra nell’esempio della formazione dell’ottava sfera.

By | 2019-12-02T13:32:15+01:00 Dicembre 2nd, 2019|L'IMPULSO-CRISTO E LA DUPLICE CONFIGURAZIONE DEL MALE|Commenti disabilitati su 06 – LUCIFERO, ARIMANE E L’OTTAVA SFERA