///10 – LA GRANDE DECISIONE DELL’UMANITÀ

10 – LA GRANDE DECISIONE DELL’UMANITÀ

10 – La grande decisione dell’umanità

Il gruppo scultoreo


 

Rapportandosi in modo tale con il gruppo scultoreo, esso diventa il mezzo più efficace per proteggersi contro ogni influsso dell’ottava sfera, ossia dagli oppositori Lucifero e Arimane che «si danno la mano», che a partire dal nostro tempo sarà una necessità sempre più grande per gli uomini. Infatti, già oggi il risucchio demoniaco dell’ottava sfera e il suo influsso sugli uomini si mostra in accrescimento.

Per contrapporre a tale tendenza qualcosa che agisce realmente, tra l’altro Rudolf Steiner ha creato quest’opera d’arte. Eppure, come abbiamo già visto, tutto dipende dalla libertà degli uomini, se vogliono rivolgersi al Cristo (motivo centrale) o all’ottava sfera (motivo laterale). Ma dall’effettiva decisione dell’umanità a questa soglia, viene determinata tutta l’ulteriore evoluzione della Terra. In tal senso con il gruppo scultoreo venne posta all’uomo odierno una vera domanda di Parzival nel nome del Cristo. È quindi pienamente giustificato che, come abbiamo già visto, la sua figura centrale venga vista in una stretta connessione con Parzival.98 Sapendo che Parzival in una precedente incarnazione era Mani, il fondatore del manicheismo,99 il quale già nel terzo secolo cristiano nella sua dottrina aveva preparato i futuri Misteri della trasformazione del male, a poco a poco iniziamo a comprendere come il gruppo scultoreo, con la continuazione del suo motivo principale nelle ali laterali della vetrata rosa Nord, si inserisce nella corrente attuale e futura dei Misteri manichei.100

 

A questo punto deve essere ancora posta la domanda, perché nel gruppo ligneo il terzo tipo di potenze oppositrici, e cioè quelle asuriche, non trovano una diretta espressione. Come già descritto in un’altra opera, nell’evoluzione della Terra la via per gli Asura (e persino per Sorat) viene aperta ovunque laddove l’uomo ricade alla tentazione delle forze unite di Lucifero e Arimane.101 Infatti, dove queste due potenze si uniscono per un’azione comune non è più raggiungibile l’equilibrio tra di esse quale condizione primordiale del loro superamento. Nel gruppo scultoreo è rappresentato il Cristo quale Rappresentante dell’umanità, vale a dire soprattutto in connessione con tutta l’evoluzione dell’umanità da Saturno a Vulcano, alla quale appartengono anche le tre potenze oppositrici. Lucifero rimase indietro sull’antica Luna, Arimane sull’antico Sole e gli Asura sull’antico Saturno. Il demone solare (Sorat) non appartiene alla nostra evoluzione. Infatti, esso è l’oppositore non principalmente degli uomini, ma del Cristo stesso, e secondo la sua origine non proviene dall’evoluzione della Terra. In merito Rudolf Steiner dice: • «Sorat è il nome del demone solare, dell’avversario dell’Agnello» (O.O. 104, 29.6.1908). Nella stessa conferenza Rudolf Steiner lo nomina anche «avversario del Sole», vale a dire un essere, che sin dall’inizio non solo lotta contro la Terra, quale luogo cosmico dell’evoluzione dell’umanità, ma contro il Sole, quale dimora cosmica del Cristo.102

 

Tuttavia, le conseguenze di una errata decisione dell’umanità in riguardo a ciò che viene ad espressione nel gruppo scultoreo attraverso la porta delle forze unite di Lucifero e Arimane, conducono oltre, nel mondo degli Asura e infine nell’abisso di Sorat. Questo, tuttavia, può accadere soltanto se nella grande decisione sopra descritta, l’umanità fa la scelta sbagliata. Se tuttavia l’umanità del presente prende questa più importante decisione nel modo giusto, vale a dire così come rappresentato nel motivo centrale del gruppo scultoreo, allora mediante la presenza del Cristo nell’Io umano la porta dell’abisso, dove gli Asura e Sorat aspettano in agguato gli uomini, rimane chiusa per questo Io e tutta l’evoluzione della Terra può essere portata avanti nel senso del Cristo e dello Spirito del tempo, Michele, al Suo servizio.

 


 

Note:

98 – Rudolf Steiner collega l’iniziazione di Parzival con la moderna iniziazione nel quinto periodo di civiltà postatlantico dicendo che «tutto ciò che viene ad espressione nella figura di Parzival, questo ideale della nuova iniziazione, … dipende dall’anima cosciente» (O.O. 144, 7.2.1913).

99 – Vedi O.O. 264. Vedi anche in S. O. Prokofieff, Il significato occulto del perdonare, cap. VII, «L’essenza del perdonare e l’iniziazione manichea in sette gradini», Il Capitello del Sole, Venezia 1993.

101 – Vedi S. O. Prokofieff, L’incontro con il male. La Pietra di Fondazione del bene, Parte 1, cap. III-1, ««L’Impulso-Cristo e il principio dell’equilibrio spirituale» e cap. III-7, «La grande decisione dell’umanità», nuova edizione ampliata, Collana Widar Edizioni, Editrice Antroposofica 2013.

102 – Vedi anche S. O. Prokofieff, E la Terra diviene Sole. Il Mistero della resurrezione, cap. 6, «Il destino universale del male», in preparazione.

 

 

By | 2019-12-07T09:49:56+01:00 Dicembre 4th, 2019|IL GRUPPO SCULTOREO DI R. STEINER|Commenti disabilitati su 10 – LA GRANDE DECISIONE DELL’UMANITÀ