LA STELLA DEL MATTINO

La stella del mattino

O.O. 104 – L’Apocalisse – 20.06.1908


 

« Come io ho ricevuto dal padre mio; e io voglio dare a lui la stella del mattino » (Apocalisse, 2,28).

 

Che cosa significa qui la stella del mattino?

Noi sappiamo che la Terra si sviluppa attraverso Saturno, Sole, Luna, Terra, Giove, Venere e Vulcano.

Così si dice abitualmente, e così è anche giusto.

 

Ma io ho pure già accennato che l’evoluzione della Terra si suddivide in un periodo-Marte e in un periodo-Mercurio,

a causa del misterioso rapporto che esiste fra Terra e Marte nella prima metà dello stato terrestre,

e, nella seconda, fra Terra e Mercurio.

Perciò al posto di Terra si può anche mettere Marte e Mercurio.

 

Si dice che la Terra, nella sua evoluzione,

passa per Saturno, Sole, Luna, Marte, Mercurio, Giove, Venere.

Così abbiamo la stella che si manifesta come quella che dà il tono, la forza

al secondo periodo dell’evoluzione della Terra: Mercurio.

 

Mercurio è la stella che per noi rappresenta la forza direttiva,

la direzione verso l’alto che l’uomo deve intraprendere.

 

Viene qui un punto nel quale dobbiamo per così dire svelare un piccolo segreto che propriamente, soltanto a questo punto può venir svelato.

In occultismo, a causa di quelli che potrebbero solo fare cattivo uso della scienza spirituale, e soprattutto di quelli che ne hanno fatto cattivo uso nei tempi antichi, si è sempre usata quella che si potrebbe chiamare una maschera.

Non ci si è espressi direttamente, ma si è messo in mezzo qualcosa che doveva velare il vero stato di cose.

Ora, l’esoterismo medioevale non ha saputo aiutarsi altrimenti che con mezzi grossolani.

 

In verità se volessimo parlare in senso esoterico, come ha fatto lo scrittore dell’Apocalisse,

dovremmo chiamare Mercurio la stella del mattino.

Egli intende Mercurio per stella del mattino.

Io ho dato al tuo io la direzione verso l’alto, verso la stella del mattino, verso Mercurio.

 

Si può ancora trovare in certi libri medioevali, che colpiscono ancora nel segno, che le stelle del nostro sistema planetario dovrebbero essere contate così: Saturno, Giove, Marte, e dalla Terra in poi seguono, non come si dice ora: Venere, Mercurio, ma così scambiati: Mercurio, Venere.

 

Per questo lo scrittore dell’Apocalisse dice qui:

« Come io ho ricevuto dal padre mio; e io voglio dare a lui la stella del mattino ».

 

 

By | 2018-08-13T12:28:54+02:00 Agosto 13th, 2018|APOCALISSE|Commenti disabilitati su LA STELLA DEL MATTINO