/////L’EVOLUZIONE DEL CORPO ASTRALE UMANO SULL’ANTICA LUNA

L’EVOLUZIONE DEL CORPO ASTRALE UMANO SULL’ANTICA LUNA

L’evoluzione del corpo astrale umano sull’Antica Luna

O.O. 11 – Dalla cronaca dell’akasha – (La vita sulla luna.)


 

Allorché, dopo la pausa successiva all’epoca cosmica del Sole, questo si risveglia ed esce dalle tenebre,

tutto ciò che vive su questo pianeta così risorgente, vi abita come un unico corpo.

Ma il Sole risorgente è però diverso da quello ch’era prima.

La sua materia non è più tutta pervasa di luce con prima: ha invece alcune parti più scure.

E queste ora vengono per così dire eliminate dalla massa uniforme.

 

Dal secondo giro (ronda) in poi, queste parti appaiono sempre più come un elemento indipendente;

il corpo del Sole prende così una forma allungata che consiste di due parti,

una molto più grande e una più piccola, riunite però ancora insieme.

 

Durante il terzo giro questi due corpi finiscono con lo staccarsi totalmente l’uno dall’altro.

Il Sole e la Luna sono ora due corpi, e quest’ultima gira circolarmente intorno al Sole.

Contemporaneamente alla Luna escono dal Sole anche tutti gli esseri di cui abbiamo descritto qui l’evoluzione.

 

Lo sviluppo del corpo astrale avviene appunto sul corpo separato della Luna.

Il processo cosmico che abbiamo caratterizzato è la condizione dell’evoluzione sopra descritta.

 

Finché gli esseri in questione, compagni dell’uomo, attingevano la loro forza dalla propria dimora solare,

la loro evoluzione non poteva giungere fino al gradino suddetto.

 

Nel quarto giro (ronda) la Luna è un pianeta indipendente, e ciò che è stato descritto per questo periodo si svolge sul pianeta Luna.

 

Daremo anche qui un quadro riassuntivo dell’evoluzione della Luna e dei suoi esseri.

 

1 – La Luna è il pianeta sul quale l’uomo sviluppa la coscienza per immagini col suo carattere simbolico.

2 – Durante i primi due giri (ronde) si va preparando l’evoluzione lunare dell’uomo,

attraverso una specie di ripetizione dei processi di Saturno e del Sole.

3 – Nel terzo giro ha origine il corpo astrale umano mercé un’emanazione degli spiriti del movimento.

4 – Contemporaneamente a questo processo, dal risvegliato corpo solare unitario si distacca la Luna, che gira intorno al resto del Sole.

L’evoluzione degli esseri congiunti all’uomo si svolge ora sulla Luna.

5 – Nel quarto giro gli spiriti del crepuscolo abitano il corpo fisico umano e si elevano così al grado di umanità.

6 – Nel corpo astrale in formazione viene innesta l’egoità dagli spiriti della personalità (asuras).

7 – Nel quinto giro l’uomo comincia a lavorare in uno stato di ottusità al suo corpo fisico;

alla monade già esistente viene ad aggiungersi il sé spirituale (manas).

8 – Nel corpo eterico dell’uomo si sviluppa, durante l’esistenza lunare, una specie di gioia e di dolore che hanno un carattere passivo.

Invece nel corpo astrale si sviluppano i sentimenti: ira, odio, istinti, passioni e così via.

9 – Ai due regni precedenti: il regno vegetale e il regno minerale,

che vengono ricacciati indietro di un grado si aggiunge il regno animale, nel quale l’uomo stesso si trova allora.

 

 

• Verso la fine di tutta quest’epoca cosmica, la Luna si avvicina sempre più al Sole,

e quando comincia il periodo del riposo (pralaya), i due corpi si sono nuovamente riuniti in uno solo,

per risvegliarsi poi, dopo lo stato di sonno, in una nuova epoca cosmica: quella della Terra.

 

 

By | 2018-10-03T18:41:05+02:00 Ottobre 1st, 2018|EVOLUZIONE|Commenti disabilitati su L’EVOLUZIONE DEL CORPO ASTRALE UMANO SULL’ANTICA LUNA