LO STATO DI SOGNO

Lo stato di sogno

O.O. 13 – La scienza occulta nelle sue linee generali – (VI – stato di sogno)


 

Lo stato di sogno è stato descritto sotto un dato aspetto nel terzo capitolo di questo libro; esso va considerato da un canto come un residuo di quell’antica coscienza d’immagini, propria agli uomini durante il periodo lunare e che perdurò per lungo tempo anche durante l’evoluzione terrestre.

 

L’evoluzione si svolge in modo che le condizioni precedenti influiscono sulle successive, e perciò durante il sogno viene a manifestarsi nell’uomo quasi un residuo di ciò che un tempo era il suo stato normale. Questo stato, d’altra parte, è anche diverso dall’antica coscienza d’immagini perché l’io, dopo il suo sviluppo, prende parte anche ai processi che si svolgono nel corpo astrale durante il sogno.

 

A seguito della presenza dell’io,

si affaccia nel sogno una coscienza d’immagini trasformata.

 

Siccome però l’io non esercita la sua attività coscientemente sul corpo astrale durante il sogno, così tutto ciò che appartiene alla sfera della vita di sogno non deve essere considerato come un’esperienza che possa veramente condurre alla conoscenza dei mondi soprasensibili, nel senso della scienza dello spirito.

 

Lo stesso si dica per ciò che comunemente è chiamata visione, presentimento o doppia vista (deutoroscopia). Questi stati sorgono quando l’io viene eliminato, e di conseguenza si riaffacciano residui di antichi stati di coscienza. La scienza dello spirito non può impiegarli direttamente; quell’Io che con essi si osserva non può in realtà essere considerato come un risultato di detta scienza.

 

 

By | 2018-06-19T21:00:53+02:00 Giugno 19th, 2018|VEGLIA-SOGNO-SONNO|Commenti disabilitati su LO STATO DI SOGNO