//////PER L’ANTICA CHIAROVEGGENZA IL BIANCO GLOBO DI FUOCO DEL SOLE ERA LA PARTE OSCURA

PER L’ANTICA CHIAROVEGGENZA IL BIANCO GLOBO DI FUOCO DEL SOLE ERA LA PARTE OSCURA

Per l’antica chiaroveggenza il bianco globo di fuoco del sole era la parte oscura

O.O. 139 – Il Vangelo di Marco – 19.09.1912


 

Ammettiamo che al tempo di Krishna un discepolo si fosse accostato a un maestro sapiente, chiedendogli:

dimmi, sapiente maestro, che cosa sta dietro alle cose che ora solo i miei occhi vedono?

Il maestro avrebbe allora risposto:

dietro alle cose che ormai vedono solo i tuoi occhi fisici, materiali, si trova lo spirituale, il soprasensibile.

 

In tempi antichi però gli uomini percepivano ancora questa realtà soprasensibile in modo naturale,

e il primo dei mondi soprasensibili, quello che confina col nostro mondo sensibile, è quello eterico:

essi lo percepivano.

• Lì si trovano le cause di tutto ciò che è sensibile, e lì gli uomini percepivano appunto la causa di ogni cosa.

 

Ormai io posso esprimere solo in parole quel che un tempo veniva percepito: è il fuoco, è il Sole: ma non il Sole quale si mostra oggi, perché per l’antica chiaroveggenza quel che oggi si percepisce era proprio la parte più buia: il bianco globo di fuoco era la parte oscura, mentre in tutte le direzioni si irraggiavano gli effetti del Sole, i raggi dell’aura solare, in immagini multicolori che s’intrecciavano, e mentre ciò che in tal modo s’immergeva nelle cose era al tempo stesso la luce creatrice.

 

 

By | 2018-06-30T18:24:15+02:00 Giugno 30th, 2018|SOLE|Commenti disabilitati su PER L’ANTICA CHIAROVEGGENZA IL BIANCO GLOBO DI FUOCO DEL SOLE ERA LA PARTE OSCURA