/////SOCRATE ED ERACLITO: UOMINI IN CUI IL LOGOS VIVEVA, MA NON LO POSSEDEVANO COMPLETAMENTE

SOCRATE ED ERACLITO: UOMINI IN CUI IL LOGOS VIVEVA, MA NON LO POSSEDEVANO COMPLETAMENTE

Socrate ed Eraclito: uomini in cui il Logos viveva, ma non lo possedevano completamente

O.O. 131 – Da Gesù a Cristo – 08.10.1911


 

Socrate ed Eraclito erano certo uomini in cui il Logos viveva, ma essi non lo possedevano completamente;

soltanto attraverso l’evento del Cristo è diventato possibile

che l’uomo sperimenti in sé il Logos interamente nella perfetta sua figura originaria.

 

…………………………………….

 

Questo giudizio è importante, perché in certo qual modo ci mostra che si sentiva allora veramente,

anche astraendo dall’evento del Golgota,

che fra i secoli precristiani e quelli post cristiani

vi era qualcosa che differenziava gli uomini precristiani da quelli postcristiani.

 

In certo modo anche altre cose ce ne potrebbero dare innumerevoli prove, ma comunque si può documentare storicamente che nei primi secoli vi era la coscienza che la natura umana si era modificata, aveva assunto un altro carattere. Se nel terzo secolo postcristiano si guardava indietro agli uomini del terzo secolo precristiano, ci si poteva dire che per quanto profondamente essi potessero penetrare a loro modo nei segreti dell’esistenza, quello che era possibile si verificasse nell’uomo postcristiano non lo era per loro.

 

 

By | 2018-07-29T13:47:20+02:00 Luglio 29th, 2018|IL LOGOS|Commenti disabilitati su SOCRATE ED ERACLITO: UOMINI IN CUI IL LOGOS VIVEVA, MA NON LO POSSEDEVANO COMPLETAMENTE